Xiaomi Mi 11: il primo smartphone con Snapdragon 888

Xiaomi ha ufficializzato il suo prossimo top di gamma: si tratta dello Xiaomi Mi 11 che è ufficialmente il primo smartphone al mondo ad essere stato presentato con il più recente processore flagship di Qualcomm.

Il nuovo Mi 11, infatti, è dotato di chipset Qualcomm Snapdragon 888 ed è per Xiaomi, inoltre, il primo smartphone con display AMOLED da 6.81″ con risoluzione QHD+ e frequenza di aggiornamento a 120Hz.

Xiaomi Mi 11, in aggiunta, offre protezione avanzata grazie all’utilizzo sul lato frontale del nuovo vetro Gorilla Glass Victus. In merito alle varianti commercializzate, l’azienda cinese doterà il nuovo Mi 11 di 8GB di RAM sia per la variante con 128GB di memoria interna che quella con 256GB mentre ne distribuirà una terza con 12GB di RAM esclusivamente con il taglio di memoria da 256GB. Lo smartphone, come spesso accade per Xiaomi, non sarà dotato di slot per espansione di memoria microSD.

In merito al comparto fotografico escludendo le modifiche relative al design della parte in cui sono alloggiati i sensori non cambia molto: il sensore principale da 108MP già visto sulla gamma Mi 10, rimane infatti lo stesso con lenti 7P e apertura ƒ/1.85. Ad affiancare l’importante sensore principale vengono chiamate in causa una fotocamera ultra-grandangolare da 13MP ed una fotocamera da 5MP per scattare foto macro.

Xiaomi Mi 11

Sul lato frontale, invece, è posta una fotocamera anteriore da 20MP alloggiata discretamente in un minimale foro posto nell’angolo superiore sinistro dello smartphone.

Tornando allo schermo, Xiaomi ha integrato al suo interno l’ultimo sensore ottico per la scansione delle impronte digitali prodotto da Goodix che dovrebbe garantire funzionalità istantanea e sicurezza aggiuntiva.

Mi 11 non delude neanche in termini di ricarica rapida: la batteria integrata da 4600mAh supporta ricarica con filo fino a 55W, 50W in modalità wireless e può essere utilizzato per caricare con potenza fino a 10W auricolari, orologi e smartphone aggiuntivi direttamente mettendoli a contatto sulla parte posteriore.

Mostrando particolare attenzione verso l’ambiente, inoltre, l’azienda cinese sarà la prima ad ispirarsi alle scelte compiute da Apple lo scorso ottobre, quando scelse per la prima volta di non inserire più caricabatterie e auricolari nelle confezioni di vendita dei nuovi prodotti. Xiaomi ha annunciato che il nuovo Mi 11 non sarà dotato di caricabatterie nella confezione anche se l’azienda ha lasciato intendere che in diversi mercati potrebbe provvedere all’invio gratuito di un adattatore se richiesto.

Xiaomi Mi 11

Xiaomi Mi 11, sarà dotato tra le altre cose, di altoparlanti sviluppati in collaborazione con Harman Kardon, connettività 5G, supporto al Wi-Fi 6E, Bluetooth 5.2 ed NFC e verrà commercializzato in colorazione nera, bianca, blu, pelle color khaki e pelle color viola. Lo smartphone verrà commercializzato in Cina a partire dal primo gennaio del nuovo anno con un prezzo pari a circa 500€ al cambio per la variante 8+128 e 585 per quella con 256 di memoria interna.

Xiaomi Mi 11, sarà dotato tra le altre cose, di altoparlanti sviluppati in collaborazione con Harman Kardon, connettività 5G, supporto al Wi-Fi 6E, Bluetooth 5.2 ed NFC e verrà commercializzato in colorazione nera, bianca, blu, pelle color khaki e pelle color viola. Lo smartphone verrà commercializzato in Cina a partire dal primo gennaio del nuovo anno con un prezzo pari a circa 500€ al cambio per la variante 8+128 e 585 per quella con 256 di memoria interna.

Xiaomi Mi 11

L’azienda non ha ancora comunicato piani sulla distribuzione mondiale di questo atteso modello ma siamo sicuri non mancheranno nuovi aggiornamenti nelle prossime settimane. Reputiamo infatti altresì largamente possibile che l’azienda annuncerà per allora anche altri smartphone della gamma (almeno un modello Pro e possibilmente anche uno Lite).

Fonte