Honor Play 4 e Play 4 Pro: stessa gamma, specifiche diverse

Huawei ha ufficializzato due nuovi smartphone della gamma Play 4 di Honor. Essi sono Honor Play 4 e Play 4 Pro e nonostante facciano parte della medesima gamma sono parecchio differenti sia nelle specifiche tecniche che nell’aspetto. Specifiche comuni sono infatti la connettività con le reti di nuova generazione 5G, un discreto comparto fotografico e l’utilizzo di processori con architettura a 7nm mentre a cambiare è molto altro

Honor Play 4 Pro

Honor Play 4 Pro

Partiamo come di nostra consuetudine con il modello più performante dei due. Honor Play 4 Pro è un prodotto che si guadagna il nome Pro già a partire dal processore: si tratta del Kirin 990 in configurazione standard quindi con il processo di costruzione a 7nm ed il modem 5G non direttamente integrato nel chipset (quindi non il più recente Kirin 990 5G con architettura 7nm+) coadiuvato da 8GB di RAM e 128GB di memoria interna. Lo smartphone, come i più recenti Huawei e Honor utilizza l’interfaccia Magic UI 3.1 basata su Android 10 Open Source quindi senza servizi Google ma con un ecosistema di app e servizi direttamente sviluppati da Huawei chiamata HMS (Huawei Mobile Services); maggiori informazioni sono disponibili sul sito del produttore qui e qui.

Honor Play 4 Pro presenta sul lato posteriore una doppia fotocamera in cui ad un sensore principale da 40MP è affiancato un teleobiettivo con zoom ottico 3X da 8MP stabilizzato otticamente, che si spinge a 5X in modalità ibrida e a 30X in modalità digitale. La fotocamera principale fa uso del sensore Sony IMX600 con filtro RYYB che a detta dell’azienda permette di catturare il 40% in più di luce nello scatto rispetto ad un sensore tradizionale. È inoltre presente un autofocus al laser che migliora la messa a fuoco durante lo scatto di fotografie o la ripresa di video. Abbiamo sottolineato come sia il teleobiettivo ad essere dotato di stabilizzazione ottica d’immagine perché la medesima stabilizzazione non è presente sul sensore principale. Huawei sostiene che questa assenza viene tranquillamente colmata da un sistema di stabilizzazione elettronica ottenuta grazie all’intelligenza artificiale del processore d’immagine.

Honor Play 4 Pro è dotato di display LCD da 6.57″ con risoluzione Full HD+ e doppio foro utile ad ospitare una doppia fotocamera anteriore in cui ad un sensore principale da 32MP è affiancato un sensore ultra-grandangolare da 8MP. La batteria dello smartphone è da 4200mAh e supporta la ricarica rapida fino a 40W. Lo smartphone è inoltre dotato di sensore per la scansione delle impronte digitali posto sul lato.

Honor Play 4 Pro

Play 4 Pro verrà commercializzato nelle prossime settimane in colorazione blu e nera ad un prezzo di listino di circa 365€. Solo in un secondo momento è prevista una particolare colorazione bianca. Il prezzo di listino aggressivo lo renderà uno degli smartphone con processore top di gamma (Kirin 990) e connettività 5G dal prezzo più basso sul mercato.

È interessante sottolineare in un mondo ormai fortemente segnato dalla presenza della pandemia da Covid-19, la commercializzazione di una variante aggiuntiva del modello Pro dotata, sul lato posteriore al di sotto della doppia fotocamera, di un termometro ad infrarossi utile a misurare la temperatura di persone ed oggetti inanimati in un range che va dai -20°C ai 100°C.

Honor Play 4

Honor Play 4

Passiamo invece al fratello minore dei due. Non di certo per dimensioni considerando che possiede un display più grande del modello Pro da 6.8″. Si tratta sempre di un pannello LCD con risoluzione Full HD+ in cui però è presente esclusivamente un foro utile ad ospitare la singola fotocamera. anteriore da 16MP.

Bassando al retro ci troviamo di fronte a ben quattro fotocamere: la principale fa uso di un sensore da 64MP che più che ad essere orientato allo scatto di foto migliori in condizioni di luce bassa (cosa a cui invece punta il Play 4 Pro con il filtro RYYB) punta maggiormente a foto di risoluzione maggiore. Il sensore principale è affiancato da una fotocamera ultra-grandangolare da 8MP, un sensore macro da 2MP e per finire un ultimo sensore sempre da 2MP utile a raccogliere le informazioni sulla profondità di campo.

Così come il modello Pro, anche questo smartphone presenta un sensore per la scansione delle impronte digitali posto sul lato e ciò in cui si differenzia principalmente dal modello Pro (portandolo quindi in una fascia più bassa) è nella scelta del processore. Dal Kirin 990 da top di gamma, infatti, ci spostiamo al processore MediaTek Dimensity 800. Attenzione però a trarre le conclusioni sbagliate: pur trattandosi di un processore MediaTek (da sempre scelto dai produttori nella fascia medio-bassa) non ci troviamo di fronte ad un chipset della gamma Helio. Il Dimensity 800, infatti, è costruito comunque con l’ottima architettura a 7nm che aiuta a sviluppare la giusta potenza con consumi ridotti. Ha inoltre dalla sua un modem 5G direttamente integrato nel chipset oltre ad un sistema di raffreddamento a vapore che ne permette un utilizzo massiccio per lunghi periodi di tempo. Il processore è abbinato anche in questo modello a 8GB di RAM e 128GB di memoria interna espandibili con microSD fino a 512GB (possibilità di espansione stranamente non presente nel modello Pro).

Honor Play 4

Concludiamo la scheda tecnica con una batteria da 4300mAh compatibile con ricarica rapida fino a 22.5W. Lo smartphone sarà disponibile nelle prossime settimane in colorazioni blu e nera ad un prezzo di listino di 250€, Così come Honor Play 4 Pro anche questo smartphone in un secondo momento verrà commercializzato in una variante in gradiente di colore bianca.

Fonte | Fonte