Nuovi Honor 30, 30 Pro, 30 Pro+, 9X Lite e 20e

Giornate particolarmente ricche di annunci le ultime vissute da Honor. L’azienda, infatti, in un primo momento ha ufficializzato la nuova gamma di Honor 30 che quest’anno comprende i tre modelli 30, 30 Pro e 30 Pro+ ma ha anche svelato in momenti successivi due prodotti derivati da modelli precedentemente annunciati come il 9X Lite (una evoluzione di Honor 8X) e Honor 20e (modello derivato, questa invece, da Honor 20 Lite). Scopriamo nel nostro consueto articolo riepilogativo i nuovi prodotti.

Honor 30 Pro+

Honor 30 Pro+

Iniziamo la nostra rassegna dal nuovo top di gamma dell’azienda. Honor 30 Pro + si distingue da tutti gli altri modelli presentati per la presenza di una fotocamera principale da 50MP con sensore Sony IMX700 e ancora per un display AMOLED da 6.57″ con frequenza di aggiornamento a 90Hz dotato inoltre di sensore per la scansione delle impronte digitali integrato e curvatura su entrambi i lati.

Lo smartphone in aggiunta al sensore principale possiede anche un teleobiettivo di tipologia periscopica da 8MP che permette all’utente di utilizzare uno zoom ottico da 5X ed ibrido fino a 50X. Ai due sensori descritti, inoltre, Honor 30 Pro Plus affianca anche un terzo sensore ultra-grandangolare da 16MP che si sdoppia anche come sensore per la macrofotografia (una soluzione simile era stata già utilizzata da Honor in passato sul V30 Pro). La fotocamera di Honor 30 Pro+ inoltre, è nitidamente compatibile con il formato RAW: ciò permette quindi all’utente più esperto di fare editing professionale delle foto anche dopo lo scatto.

Sempre rimanendo in ambito fotografico, Honor 30 Pro Plus, inoltre, è l’unico dei tre presentati a supportare la registrazione dei video in 4K fino a 60fps. Passando invece al lato frontale, lo smartphone possiede un foro a forma di pillola ovale presente nell’angolo superiore sinistro del display utile ad ospitare una doppia fotocamera anteriore composta da un sensore principale da 32MP affiancato da un sensore ultra-grandangolare da 8MP.

Honor 30 Pro+

Per finire, Honor 30 Pro+ p mosso dal processore Kirin 990 5G con 8 o 12GB di memoria RAM e 256GB di memoria interna. Lo smartphone, come suggerisce il chipset utilizzato, è quindi compatibile con le reti di nuova generazione 5G. Il telefono possiede una batteria da 4000mAh compatibile con ricarica rapida tramite filo fino a 40W e in modalità wireless fino a 27W. Peculiarità estetica dello smartphone è la presenza del logo a grandi lettere disposto in verticale sul lato posteriore con una lavorazione opaca che ne accentua il contrasto rispetto al colore dello smartphone stesso.

Honor 30 Pro+

Honor 30 Pro+ verrà commercializzato in colorazioni nera, verde e argento a partire da fine aprile. Non sono state però ancora fornite indicazioni su un’eventuale commercializzazione in Europa e sul prezzo di listino che al momento (al cambio) è fissato, in Cina, a partire da 650€ (variante con 8GB di RAM e 256GB di memoria interna).

Honor 30 Pro

Honor 30 Pro

Proseguiamo con il secondo smartphone della gamma. Anche Honor 30 Pro (così come il Plus derivato da esso) è dotato di display OLED da 6.57″ con risoluzione Full HD+, sensore di impronte digitali integrato e foro ovale utile ad ospitare la doppia fotocamera anteriore con sensore principale da 32MP e ultra-grandangolare da 8MP.

Honor 30 Pro

A cambiare invece, è il comparto fotografico posteriore: il sensore principale è infatti un Sony IMX600 da 40MP affiancato da un modulo periscopico da 8MP (zoom ottico 5x, ibrido 50x) ed un sensore ultra-grandangolare da 16MP utilizzabile, anche in questo caso, anche per le fotografie macro.

Uguale ad Honor 30 Pro + è anche il processore Kirin 990 5G accoppiato a 8 o 12GB di RAM e 128 o 256GB di memoria interna in base alla variante. Lo smartphone è alimentato da una batteria da 4000mAh compatibile con ricarica rapida con filo fino a 40W.

Honor 30 Pro sarà disponibile in colorazione fucsia, nera, argento e verde. Come per il modello precedente al momento l’unica cosa che sappiamo è il prezzo al cambio rispetto allo Yuan cinese: per questo modello si parte da 520€ per la configurazione 8+128GB.

Honor 30

Honor 30

Chiudiamo quindi la carrellata dei nuovi Honor 30 proprio con il modello standard più economico. Lo smartphone è dotato di un display OLED da 6.53″ con risoluzione Full HD+, sensore per la scansione delle impronte digitali integrato e un foro (questa volta tondo) direttamente ricavato nello schermo, utile ad ospitare la singola fotocamera da 32MP.

Anche su questo modello è presente una tripla fotocamera posteriore composta da un sensore principale da 40MP affiancato ad un sensore periscopico da 8MP e per finire un sensore ultra-grandangolare sempre da 8MP.

Lo smartphone, inoltre, presenta un processore davvero interessante: pur non sfruttando infatti il più potente Kirin 990 5G (utilizzato sia sugli altri Honor 30 che su smartphone ben più costosi come Huawei P40, P40 Pro e P40 Pro+), è il primo smartphone della compagnia ad utilizzare il nuovissimo Kirin 985 5G. Come il nome stesso suggerisce, si tratta di un chipset più economico (quindi se vogliamo per smartphone per le masse) che è tuttavia compatibile con le reti di nuova generazione 5G.

Honor 30, per finire, è dotato della medesima batteria da 4000mAh compatibile con ricarica rapida con filo fino a 40W di Honor 30 Pro. Lo smartphone verrà commercializzato in colorazioni nera, fucsia, argento e verde in varianti con 128GB di memoria interna e 6 o 8GB di RAM. Il prezzo di partenza per la variante con 6GB di RAM e 128GB di memoria interna, al cambio. è pari in questo caso a 390€.

Honor 20e

Passiamo ora ai due smartphone anticipati in apertura. Sono smartphone sicuramente meno entusiasmanti di quelli che abbiamo descritti ma che si pongono come alternative aggiornate a modelli di grandi successo del brand.

Honor 20e, ricorda molto da vicino il già conosciuto Honor 20 lite. La principale differenza tra i due, infatti, è che Honor 20e utilizza una fotocamera anteriore da 8MP invece che da 32MP. Anche il processore è leggermente diverso rispetto a quello utilizzato da Honor 20 Lite (in configurazione europea). Al Kirin 710, infatti, è stato sostituito il Kirin 710F (utilizzato già, a voler essere minuziosi, nell’Honor 20 Lite in configurazione cinese) affiancato a 4GB di RAM e 64GB di memoria interna espandibile con microSD.

Il resto della scheda tecnica è invece quasi del tutto sovrapponibile: si tratta del medesimo smartphone con display LCD IPS da 6.21″ e risoluzione Full HD+ che offre all’utente una tripla fotocamera posteriore da 24MP (principale) + 8MP (ultra-grandangolare) + 2MP (profondità).

Honor 20e è dotato di batteria da 3400mAh compatibile con ricarica rapida fino a 10W, sarà commercializzato in colorazioni nera e blu ad un prezzo di listino suggerito di 180€ anche in Italia.

Honor 9X Lite

Honor 9X Lite

Terminiamo, quindi, come anticipato con uno smartphone particolarmente ispirato ad Honor 8X. Honor 9X Lite si pone infatti come una comoda evoluzione di Honor 8X. Comoda perché utilizzando il medesimo processore della precedente versione (il Kirin 710) questo smartphone può ancora essere dotato di Android 9 con servizi e app Google funzionanti (non c’è quindi l’obbligo per l’azienda, di utilizzare i servizi HMS invece che i GMS).

Lo smartphone è dotato di un display LCD con risoluzione Full HD+ da 6.5″ con notch utile ad ospitare la fotocamera anteriore da 16MP e la capsula auricolare. Il comparto fotografico posteriore vede invece protagonisti un sensore principale da 48MP affiancato da un sensore da 2MP utile a raccogliere le informazioni sulla profondità di campo.

Per finire, Honor 9X Lite è dotato di batteria da 3750mAh compatibile con ricarica rapida fino a 10W e verrà commercializzato in colorazioni nera e verde a partire da maggio ad un prezzo di listino europeo di circa 199€.

Fonte | Fonte | Fonte | Fonte