Pixel 4a: i primi render ne svelano il possibile design

È tempo di indiscrezioni sulla prossima generazione di smartphone di gamma media di Google. Se nel corso del 2019, il Pixel 3 e 3 XL (usciti nel 2018) sono stati affiancati da 3a e 3a XL, ci si aspetta che per i Pixel 4 e 4 XL usciti nel 2019, possa accadere la medesima cosa quest’anno con i futuri 4a e 4a XL.

Pixel 4a

A proporci alcune immagini è il solito ben informato @onleaks che anticipa un lato posteriore in cui spicca il rettangolo riservato, in questo modello, esclusivamente alla singola fotocamera posteriore che riprende le linee dei top di gamma dell’anno appena finito. Sempre sul retro, trova spazio anche il sensore per la scansione delle impronte digitali.

Nessun cambiamento rispetto a quanto ci ha abituati Google in merito alla posizione del bilanciere del volume e del tasto di accensione / spegnimento. La parte inferiore è invece occupata dal connettore USB Type-C, le griglie dell’altoparlante ed i fori per il microfono di sistema.

Pixel 4a

Confermato anche il connettore audio da 3.5mm posto sulla parte alta del terminale, mentre da questi primi render non sembrano essere presenti slot per la SIM visibili. Ci pare ancora prematuro pensare che il dispositivo possa essere dotato di sola eSIM, quindi immaginiamo che al momento il leaker non abbia ancora informazioni definitive in quest’ambito.

In merito alla parte frontale, giungono indicazioni sul fatto che il display sarà più grande rispetto a quello dell’anno passato pur in una scocca più piccola. Ciò sarà possibile grazie ad un grande lavoro di rifinitura nelle cornici: la modifica più importante rispetto al modello del 2019 sarà nell’eliminazione della cornice superiore grazie all’utilizzo di una fotocamera integrata direttamente in un foro ricavato nel display.

Pixel 4a

In merito alle specifiche tecniche si brancola ancora nel buio. Lo smartphone potrebbe essere mosso dal processore Qualcomm Snapdragon 730 o 765 con 4 oppure 6GB di RAM. Vi lasciamo ad un video in cui potrete ammirare il possibile aspetto dello smartphone.

Fonte