Huawei P40: le prime immagini e la conferma dell’arrivo a marzo 2020

Come avevamo ipotizzato qualche giorno fa, Huawei ha in programma di svelare al mondo la prossima gamma di Huawei P40 nei primissimi mesi del 2020. Grazie ad un’intervista di Richard Yu – amministratore delegato di Huawei Consumer Business Group – rilasciata alla stampa francese, il CEO si è lasciato sfuggire che anche quest’anno i nuovi top di gamma di Huawei verranno svelati a Parigi a fine marzo.

Il CEO non ha svelato una data precisa in merito, ma è tuttavia estremamente probabile che la data scelta possa essere martedì 25 marzo. Richard Yu, inoltre, si è lasciato andare ad alcune indiscrezioni in merito ai prossimi smartphone. Ha infatti svelato che i nuovi P40 avranno tra i loro punti di forza un nuovo misterioso design mai utilizzato prima su altri smartphone.

Questo cambiamento in ambito di design, si sposerà inoltre con una durata maggiorata della batteria, migliori performance garantite dai processori Kirin 990 già utilizzati nella gamma Mate 30, ed ancora maggiore qualità nel già ottimo comparto fotografico che da anni ormai garantisce risultati ben al di sopra della media in ambito smartphone.

Sarà anche particolare analizzare in ambito software ciò che l’azienda andrà a fare a seguito del divieto commerciale imposto dagli Stati Uniti d’America contro la compagnia. Richard Yu, ha infatti confermato che anche questi nuovi dispositivi saranno disponibili con Android 10 al lancio e non useranno quindi il sistema operativo proprietario Harmony OS.

I nuovi Huawei P40, quindi, avranno la garanzia di funzionare con Android 10 e l’interfaccia personalizzata EMUI 10 dell’azienda seppure senza app e servizi Google inclusi. Nel contempo, l’azienda è al lavoro su un’alternativa ai Google Mobile Service (GMS) chiamati Huawei Mobile Services se il ban imposto dal presidente Trump sarà confermato nel prossimo futuro. Ciò, quindi, dovrebbe garantire agli sviluppatori, la possibilità di distribuire applicazioni e servizi attraverso una piattaforma di servizi parallela e non dipendente da Google (e quindi dall’America).

Huawei P40

Alle indiscrezioni lanciate dal CEO di Huawei, inoltre, si aggiungono i primi render stampa basati su alcuni CAD su cui è riuscito a mettere le mani il solito ben informato @OnLeaks.

A quanto è possibile vedere, anche Huawei ha sposato il concetto di isolotto rettangolare posteriore, utile ad ospitare tutte le fotocamere. Questo aspetto non è ormai inedito considerando che lo abbiamo già visto qualche giorno fa su Galaxy A51 e A71. Il concetto quindi dell’allocazione dei sensori nella parte superiore sinistra sembra essere ormai il trend del 2020 iniziato da iPhone 11 e Google Pixel 4.

Huawei P40

Le immagini rivelano che il P40 potrebbe quindi avere quattro fotocamere. A questo punto, quindi, si potrebbe anche ipotizzare che il P40 Pro possa arrivare ad avere una dotazione di ben cinque fotocamere posteriori. In merito al P40, il report suggerisce che Huawei possa aver scelto un display non curvo di circa 6.1-6.2″. In merito al P40 Pro, invece, i pollici potrebbero salire intorno ai 6.5-6.7″, la tipologia dello schermo potrebbe essere curvo su tutti e quattro i lati ed inoltre nell’area degli angoli il frame di metallo potrebbe irrobustirsi evitando quindi che sia proprio il display ad urtare in caso di rottura.

Huawei P40

Come è evidente da questa immagine, infatti, tra i peggiori punti di contatto in caso di caduta di un terminale con display curvo, sicuramente gli angoli sono tra i più esposti al rischio di danni accidentali. Con questa soluzione, quindi, Huawei andrebbe ad irrigidire con il metallo proprio le parte che maggiormente possono causare rotture in caso di contatto.

Huawei P40

Da questa immagine, inoltre è evidente come il lato inferiore sia quello maggiormente ricco di componenti. Al connettore USB-C, i fori per altoparlante e il microfono di sistema, infatti, sembrerebbe aggiungersi anche il vano SIM disposto in quella posizione proprio a causa del display curvo su tutti i lati. Restano invece nella medesima posizione (sul lato destro) i pulsanti per il volume e quello di accensione / spegnimento, mentre pare non essere più presente alcun jack audio da 3.5mm.

Fonte | Fonte