Huawei annuncia il nuovo Nova 5T

In un evento tenuto in Malesia, Huawei ha annunciato il nuovo Nova 5T, smartphone di gamma medio-alta che colpisce per specifiche e prezzo di listino.

Nova 5T è infatti dotato di display LCD da 6.26″ con risoluzione Full HD+ da 2340 x 1080 pixel. Il display è di tipologia FullView: questo significa che il rapporto tra schermo e parte frontale dello smartphone è particolarmente elevata dato che non presenta notch convenzionali o a goccia essendo la fotocamera anteriore direttamente integrata in un foro – posto in alto a sinistra – ricavato nel display.

Lo smartphone è mosso dal processore Kirin 980: si tratta del potente chipset di Huawei con tecnologia a 7nm (2 core Cortex A76 a 2.6 GHz, 2 core Cortex A76 a 1.92 GHz e 4 core Cortex A55 a 1.8 GHz) che permetterà anche grazie alla GPU Turbo 3.0 e agli 8GB di RAM di far girare Android 9.0 Pie e la EMUI 9.1 senza alcuna incertezza.

Huawei Nova 5T non delude neanche nel comparto della fotocamere. Quella anteriore integrata nel foro è infatti un’unità da 32MP mentre sul lato posteriore trovano spazio ben quattro fotocamere. La principale da 48MP è dotata di apertura ƒ/1.8 ed è affiancata da una lente macro da 2MP, un sensore di profondità sempre da 2MP e per finire da una terza fotocamera ultra-grandangolare da 16MP con apertura ƒ/2.2.

Il dispositivo, distribuito in un’unica variante con 128GB di memoria interna, è dotato di sensore per la scansione digitale posto sul dorso dello smartphone direttamente nel pulsante di accensione/spegnimento; è inoltre alimentato da una batteria da 3700mAh compatibile con la ricarica rapida Huawei SuperCharge fino a 22.5W che permette di ricaricare lo smartphone fino al 50% in soli 30 minuti.

Huawei Nova 5T verrà distribuito nelle prossime settimane in colorazioni nera, blu e viola ad un prezzo di riferimento di circa 350€. I più attenti di certo avranno notato che le specifiche e l’aspetto del terminale è da ricondurre ad Honor 20. Vedremo se in Europa l’azienda sceglierà di commercializzare il terminale nelle due salse o se la variante Huawei rimarrà un’esclusiva di mercati lontani da noi.

Fonte