Apple rilascia iOS 13 Beta 2 agli sviluppatori

Apple ha appena rilasciato ai propri sviluppatori iOS 13 Beta 2, la seconda beta della nuova versione del sistema operativo per iPhone e iPod Touch che verrà rilasciato al pubblico il prossimo autunno. iOS 13 Beta 2 è inoltre disponibile anche per gli iPad supportati, seppur con la diversa nomenclatura, iPadOS. La seconda beta della nuova versione del sistema operativo, giunge due settimane dal rilascio della prima avvenuta contestualmente al keynote introduttivo alla conferenza WWDC 2019.

iOS 13 Beta 2

iOS 13 è un aggiornamento che cambierà molti aspetti del sistema operativo di iPhone, iPad e iPod touch essendo una release annuale che incrementa la numerazione del sistema operativo di un intero step. Se quindi iOS 12 ha accompagnato i dispositivi dall’autunno del 2018 a quello del 2019, iOS 13 accompagnerà i dispositivi dall’autunno del 2019 a quello del 2020.

Le novità presenti nella prima beta di iOS 13 sono state largamente trattate nel nostro articolo di riassunto alla conferenza che vi invitiamo a consultare per sapere come il sistema operativo cambierà nei prossimi mesi.

iOS 13 è compatibile con iPhone XS, iPhone XS Max, iPhone XR, iPhone X, iPhone 8, iPhone 8 Plus iPhone 7, iPhone 7 Plus, iPhone 6s, iPhone 6s Plus, iPhone SE e iPod touch esclusivamente di settima generazione. iPadOS è compatibile invece con iPad Pro da 12.9″, iPad Pro da 11″, iPad Pro da 10.5″, iPad Pro da 9.7″, iPad di quinta e sesta generazione, iPad mini di quarta e quinti generazione e iPad Air di seconda e terza generazione.

Gli sviluppatori registrati al programma di beta testing possono scaricare il nuovo firmware dal Developer Center di Apple o tramite OTA direttamente sui dispositivi compatibili se su questi è presente il profilo per sviluppatori rilasciato proprio contestualmente al nuovo firmware.

La beta è in corso di installazione sui nostri dispositivi di test e se dovessimo scovare novità in questa beta non mancheremo di aggiornare l’articolo in questione: se siete quindi particolarmente curiosi vi consigliamo di monitorarlo per le prossime 48 ore.