Maggio 2019: un mese ricco di nuovi smartphone

Siamo giunti alla fine di un ricco mese di presentazioni di nuovi smartphone per tutte le tasche e gli interessi. Nel mese di maggio 2019, effettivamente, diversi brand hanno ufficializzato nuovi prodotti e per vostra comodità abbiamo scelto di riassumere in questo articolo tutto ciò che è stato presentato e di cui ci siamo occupati nelle scorse settimane.

Pixel 3a e 3a XL

Ad aprire le danze nella prima settimana di maggio è arrivata Google che durante l‘I/O 2019 ha ufficializzato i nuovi dispositivi di gamma media Pixel 3a e 3a XL. I due medio-gamma di Google sono dotati di processore Qualcomm Snapdragon 670 con 4GB di RAM, memoria interna da 64GB e capacità fotografiche sensibilmente sopra alla media grazie alla Google Camera che sfrutterà al meglio il sensore posteriore da 12.2 MP Dual-Pixel Sony IMX363 con stabilizzatore ottico ed elettronico di immagine, apertura focale ƒ/1.8 e pixel da 1.4μm. Sul lato frontale dei due modelli, ci troveremo invece di fronte a sensori da 8MP con ƒ/2.0.

Differenza tra i modelli 3a e 3a XL risederà nel display: da 5.6″ sul modello più piccolo e da 6″ sul modello XL. Entrambi gli smartphone, comunque, utilizzano pannelli OLED con risoluzione Full HD+. Altra differenza riguarda la batteria: da 3000mAh su Pixel 3a e 3700mAh sul fratello maggiore.

Huawei P Smart Z

Siamo quindi nel corso della seconda settimana del mese e Huawei svela il nuovo P Smart Z. Particolarità di questo modello della gamma P Smart? La presenza, per la prima volta in un Huawei, di una fotocamera anteriore di tipologia pop-up: quando serve utilizzarla, sarà sufficiente premere il meccanismo pop-up posto sul frame superiore dello smartphone per permettere all’unità da 16MP di venir fuori dallo smartphone.

La peculiarità appena descritta permette a Huawei P Smart Z di avere un display da 6.59″ Full HD+ con rapporto d’aspetto 19.5:9 davvero avvolgente. Lo smartphone è inoltre mosso dal processore Kirin 710F con 4GB di RAM e 64GB di ROM espandibili con microSD fino a 512GB.

Il lato posteriore dello smartphone presenta il sensore per la scansione delle impronte digitali e una doppia fotocamera composta da un sensore da 16MP principale e un secondario da 2MP per gli effetti di profondità e il riconoscimento delle scene con intelligenza artificiale. Ulteriori dettagli sui prodotti sono disponibili nel nostro articolo dedicato. Lo smartphone è inoltre in vendita sul nostro shop online Mobzilla.it

OnePlus 7 e OnePlus 7 Pro

Huawei P Smart Z ha dovuto scontrarsi solo qualche giorno dopo con i nuovi annunciati di casa OnePlus. OnePlus 7, parecchio simile a OnePlus 6T non è stato il vero protagonista dell’evento di presentazione. Il modello di punta è infatti sicuramente OnePlus 7 Pro.

OnePlus 7 mantiene infatti il medesimo pannello AMOLED Full HD+ da 6.41″ e a cambiare è la dotazione interna: boccata d’aria fresca grazie al processore Snapdragon 855 con 6GB di RAM + 128GB di ROM e 8GB di RAM + 256GB di memoria interna.

Sul lato posteriore la doppia fotocamera è dotata di un sensore Sony da 48MP che si occuperà degli scatti principali affiancato da un secondo sensore da 5MP che fornirà le informazioni di profondità. La fotocamera frontale ospitata nel notch a goccia, invece, è un’unità da 16MP.

Molto più interessante è invece OnePlus 7 Pro: il nuovo top di gamma infatti, è completamente stravolto nell’aspetto grazie ad un meccanismo popup automatico che nasconde la fotocamera anteriore Sony IMX471 da 16MP con apertura ƒ/2.0.

Ciò permette al display AMOLED di occupare grande parte della parte frontale dello smartphone arrivando a misurare 6.67″. Il display è inoltre definito Fluid AMOLED grazie alla capacità di 90Hz nella frequenza d’aggiornamento.

OnePlus 7 Pro è inoltre dotato di tre fotocamere posteriori: il sensore da 48MP ƒ/1.6 prodotto da Sony (IMX586) con stabilizzatore ottico ed elettronico d’immagine (OIS ed EIS) è affiancato da un secondo sensore ultra-grandangolare da 16MP ƒ/2.2 e un terzo teleobiettivo 3x ƒ/2.4 con stabilizzatore ottico di immagine da 8MP.

Non manca naturalmente il processore Qualcomm Snapdragon 855 con 6, 8 o 12GB di RAM e 128 o 256GB di memoria interna in base alla versione. Ulteriori dettagli sono disponibili nel nostro articolo approfondito. OnePlus 7 Pro è già disponibile sul nostro store online Mobzilla.it

Huawei Y9 Prime 2019

La seconda settimana di maggio, tuttavia, è stata ricca di ulteriori presentazioni. È stato infatti il turno di Y9 Prime 2019 che tuttavia si differenzia dal P Smart Z – di cui abbiamo scritto due paragrafi indietro – esclusivamente per la presenza di una terza fotocamera posteriore.

Il trittico si compone quindi di un sensore principale da 16MP, un sensore ultra-grandangolare da 8MP ed un terzo sensore da 2MP utile a raccogliere i dati di profondità. Resta la medesima – da 16MP – la fotocamera anteriore con meccanismo pop-up. Tutti i dettagli, sono disponibili qui.

Asus Zenfone 6

A distanza di una settimana rispetto alla presentazione di OnePlus 7 Pro, anche Asus ha svelato un nuovo top di gamma di tutto rispetto per caratteristiche e prezzo competitivo. Peculiarità dello smartphone è la presenza di un modulo fotografico posteriore capace di ruotare su stesso e spuntare al di sopra dello smartphone in modalità scatto selfie.

In Zenfone 6, infatti, l’intero modulo delle fotocamere posteriori composto dal sensore da 48MP Sony IMX586 e dal sensore ultra-grandangolare da 13MP, ruota su stesso divenendo quindi modulo delle fotocamere anteriori.

Zenfone 6, è inoltre dotato di un display di tipologia LCD IPS da 6.4″ e di un processore Qualcomm Snapdragon 855 con 6 o 8GB di RAM e 64 o 256GB di memoria interna espandibili tramite microSD.

Tutti i dettagli sul top di gamma di Asus sono disponibili nell’articolo dedicato.

Motorola One Vision

Anche Motorola ha svelato un nuovo smartphone nel corso del mese di maggio. Ci riferiamo al One Vision dotato di schermo da 6.3″ Full HD+ con rapporto d’aspetto allungato a 21:9. Il display presenta un foro utile ad ospitare la fotocamera anteriore da 25MP.

Lo smartphone è dotato di processore Exynos 9609 con 128GB di memoria interna utile a far lavorare al meglio la doppia fotocamera posteriore da 48MP + 5MP. Tutti i dettagli sull’ultimo nato in casa Motorola sono disponibili qui.

Honor 20 e 20 Pro

Honor 20 e Honor 20 Pro

Ci avviciniamo quindi alla fine del mese: Honor ha presentato nel corso di un evento i nuovi Honor 20 e Honor 20 Pro. Entrambi gli smartphone sono dotati di display LCD da 6.26″ Full HD+ con fotocamera anteriore da 32MP integrata in un foro ricavato nello schermo.

I due smartphone sono mossi dai processori Kirin 980 con 6GB di RAM e 128GB di memoria interna in Honor 20 e 8GB di RAM e 256GB di memoria interna in Honor 20 Pro.

Il comparto che sicuramente attirerà molti acquirenti è quello delle fotocamere dove i due smartphone presentano alcune differenze. Entrambi presentano infatti quattro fotocamere posteriori ma in Honor 20 al sensore principale Sony IMX586 da 48MP con apertura ƒ/1.8 e AIS (stabilizzatore d’immagine artificiale) è affiancato un sensore ultra-grandangolare da 16MP, un terzo sensore da 2MP ƒ/2.4 per scattare macro a 4cm e l’ultimo sensore da 2MP sempre ƒ/2.4 che si occupa di raccogliere i dati di profondità.

Più sofisticati, invece, alcuni dei sensori in Honor 20 Pro. Il principale da 48MP – sempre il medesimo Sony IMX586 – guadagna infatti un’apertura da ƒ/1.4 – primo smartphone al mondo a possedere quest’apertura focale che consente l’ingresso del 50% di luce in più rispetto al già ottimo valore ƒ/1.8 – stabilizzatore ottico di immagine a quattro assi con stabilizzatore elettronico di immagine e per finire un autofocus ibrido al laser e a rilevazione di fase. Il secondo sensore ultra-grandangolare da 16MP resta il medesimo così come il sensore da 2MP per le macro, mentre a cambiare è il sensore da 2MP per le informazioni di profondità che su Honor 20 Pro diventa un sensore tele-obiettivo da 8MP con zoom 3x ottico e stabilizzatore ottico di immagine a quattro assi.

Maggiori dettagli sui due nuovi top di gamma di casa Honor sono disponibili nell’articolo dedicato.

Lenovo Z6 Lite

Giungiamo così al terzultimo degli smartphone che abbiamo trattato nel nostro blog nel corso del mese di maggio. Lenovo Z6 Lite, rappresenta la versione più economica dello Z6 Pro ufficializzato nel mese di aprile.

Presenta un display da. 6.3″ LCD Full HD+ con notch a goccia, sede della fotocamera anteriore da 16MP. Tre sono invece le fotocamere posteriori Z6: ad una fotocamera principale da 16MP sono affiancati un teleobiettivo da 8MP con zoom ibrido 8x e un sensore da 5MP per le informazioni di profondità.

Lo smartphone, inoltre, è dotato di processore Qualcomm Snapdragon 710 con 4GB di RAM e 64GB di memoria interna in una variante oppure 6GB di RAM e 64GB di memoria interna in una seconda; entrambe le varianti sono espandibili con microSD.

Redmi 7A

Siamo ormai alla fine del mese di maggio ed ad occupare la scena è Redmi dapprima con l’economico 7A. Lo smartphone con display da 5.45″ e risoluzione HD+, è dotato di processore Qualcomm Snapdragon 439 con 2GB di RAM e 16GB di memoria interna in una variante e 3GB di RAM con 32GB di memoria interna in una seconda; entrambe le versioni sono espandibili tramite microSD fino a 256GB.

Per quanto concerne il comparto fotografico lo smartphone è dotato di una singola fotocamera posteriore da 13MP e una fotocamera frontale da 5MP.

Redmi K20 e K20 Pro

Giungiamo così agli ultimi smartphone presentati nel corso del mese di maggio. Si tratta dei primi top di gamma casa Redmi chiamati K20 e K20 Pro.

Redmi K20 Pro, è dotato di un display AMOLED da 6.39″ con risoluzione Full HD+ e fotocamera anteriore da 20MP nascosta da un meccanismo pop-up all’interno del terminale stesso. Il display comprende anche un sensore per la scansione delle impronte digitali integrato.

Sotto alla scocca K20 Pro è dotato di processore Snapdragon 855 con 6 o 8GB di RAM e 64, 128 o 256GB di memoria interna. Il comparto fotografico di K20 Pro è dotato di fotocamera posteriore principale da 48MP, affiancata da una seconda fotocamera ultra-grandangolare da 13MP e per finire un terzo sensore teleobiettivo da 8MP.

Redmi K20, invece, si distingue per alcune differenze rispetto al K20 Pro. Se l’aspetto, infatti, è molto simile, il modello più economico è dotato di processore Snapdragon 730. Differente anche il sensore principale da 48MP: su K20 Pro, infatti, troviamo un Sony IMX586 mentre su K20 pur rimanendo uguale il numero dei MP cambia il sensore (un Sony IMX582).

Tutti i dettagli sui due prodotti sono disponibili nel nostro consueto articolo di approfondimento.