MWC 2019: Samsung ancora protagonista con Galaxy A30 e A50

Samsung quest’anno ha scelto di presentare in anticipo i Galaxy S10 e il Galaxy Fold in un evento dedicato tenuto qualche giorno prima rispetto all’inizio del Mobile World Congress 2019. Ciò è stato fatto con molta probabilità per concentrare l’intera attenzione di media, addetti del settore e semplici appassionati attorno ai suoi prodotti senza andare a condividere lo spazio con altri competitor che ad esempio ieri hanno affollato la scena di Barcellona.

Samsung tuttavia, in maniera furba in ottica di marketing, ha scelto comunque di presenziare al MWC 2019 non solo con l’hype attorno ai prodotti presentati qualche giorno fa, ma calando anche due interessanti assi della sua gamma media da sempre tra i più apprezzati per chi cerca smartphone innovativi con un budget inferiore rispetto ai top di gamma: nella cornice spagnola, quindi, ha lanciato Galaxy A30 e Galaxy A50.

I più attenti avranno di certo notato un cambiamento di nomenclatura nella gamma A di Samsung: se in passato infatti eravamo abituati a trovare la lettera A seguita da un solo numero (che ne indicava in linea di massima quasi sempre il prestigio da 1 a 9) e successivamente dall’anno di commercializzazione quest’anno Samsung ha scelto di mantenere lo stesso schema numerico levando l’anno e aggiungendo uno 0 subito dopo. Viene quindi logico capire che Galaxy A50 e uno scalino più in alto rispetto a Galaxy A30 e se quest’ultimo rientra tra i gamma media più economici il Galaxy A50 è invece il gamma media tra i gamma media.

Galaxy A50

Galaxy A50

Partiamo quindi proprio dal modello più completo dei due. Di certo ciò che salta subito all’occhio di questo modello e il setup a tre fotocamere posteriori: la configurazione prevede una fotocamera principale da 25MP ƒ/1.7 che lavora assieme ad una fotocamera secondaria di profondità da 5MP ƒ/2.2. La terza fotocamera, invece, siamo sicuri farà felici molti di voi: presa in prestito dalla gamma M recentemente presentata, fa il suo esordio nella gamma A anche una fotocamera grandangolare da 8MP ƒ/2.2 capace di catturare le scene con un maggiore angolo di visione.

Il Galaxy A50, tuttavia, non passa in secondo piano neanche se osservato frontalmente: il display, infatti è di tipologia Super AMOLED da 6.4″ con risoluzione Full HD+ (2340 x 1080 pixel) di tipologia Infinity-U che ospita una fotocamera da 25MP: un display quindi simile a quello Infinity-V già visto su Galaxy M10 e Galaxy M20. Come abbiamo avuto modo di spiegare diverse volte la scelta di Samsung nella nomenclatura della tipologia di display si basa sulla forma che prende lo spazio che ospita la fotocamera: nel caso di un foro come quello di Galaxy S10 parleremo di Infinity-O, nel caso di un pronunciato notch a goccia come quello di M10 ed M20 parleremo di Infinity-V mentre nel caso di un notch a goccia dalle linee più morbide come quello del Galaxy A50 parleremo appunto di Infinity-U.

Se già il display di Galaxy A50 è particolarmente convincente grazie alle cornici ridotte ed al notch ad U sicuramente meno invasivo rispetto ad altre soluzioni della concorrenza, amerete ancor di più il fatto che questo dispositivo della gamma A offre anche un sensore per la scansione delle impronte digitali direttamente integrato nello schermo. Il sensore non è raffinato come quello in dotazione ai Galaxy S10 e S10 Plus essendo ottico e non ultrasonico, ma è comunque davvero interessante trovare già una soluzione simile su un prodotto di gamma media (che non sarà a lungo il più potente di gamma con Galaxy A70, A80 e A90 in arrivo prossimamente).

Passando alle nozioni tecniche, Galaxy A50 è dotato di processore octa-core Exynos 9610 (quad+quad), con 4GB di RAM e 64GB di memoria interna o 6GB di RAM e 128GB di memoria interna: entrambe le varianti saranno espandibili con microSD fino a 512GB.

In Galaxy A50 è inoltre presenta una batteria da 4000mAh e fin dal lancio sarà dotato di Android 9.0 Pie con supporto pieno all’assistente Virtuale Bixby che potrebbe già essere disponibile in italiano fin dal lancio che avverrà a metà marzo. Il Galaxy A50 sarà disponibile in colorazioni con gradienti nera, bianca, azzurra e corallo.

Galaxy A30

Galaxy A30

Il Galaxy A30 pur scendendo a qualche compromesso rimane comunque uno smartphone sicuramente interessante: presenta sempre il medesimo display da 6.4″ Super AMOLED Infinity-U con risoluzione Full HD+ ma al contrario del Galaxy A50 la fotocamera frontale è da 16MP e il display non è dotato di lettore di impronte integrato che quindi è localizzato sul retro del terminale.

Anche il processore è leggermente meno performante e pur rimanendo un octa-core la configurazione interna dell’Exynos 7904 montato è di sei + due core. Lo smartphone è inoltre dotato di 3GB di RAM con 32GB di ROM o 4GB di RAM e 64GB di ROM in base alla configurazione scelta.

Le fotocamere posteriori in questo modello scendono a due e sono configurate con sensore principale da 16MP ƒ/1.7 e secondario grandangolare da 5MP ƒ/2.2.

Resta la medesima la batteria da 4000mAh, la data di disponibilità fissata a metà marzo. I Galaxy A30 verranno distribuiti in colorazioni a gradiente nero, bianco e blu.

Fonte