Samsung Galaxy A10, A30 e A50: ecco le presunte specifiche tecniche

Che il 2019 sarà un anno “bomba” per Samsung è chiaro fin dalla fine del 2018. Se ci pensiamo bene, infatti, pur essendo solo alla metà del secondo mese dell’anno, appare chiaro che l’azienda sudcoreana sia alla ricerca di uno spirito competitivo parzialmente perso nell’ultimo anno. Per i top di gamma contro Apple, Huawei e OnePlus in primis e per i gamma media contro Huawei e altri brand sempre più agguerriti come Xiaomi e Honor solo per fare qualche esempio.

Samsung quindi è a lavoro ormai da mesi su una gamma rivoluzionaria di dispositivi S che quest’anno saranno ben tre a combattere contro le versioni Lite, Standard e Pro di altri produttori Android e contro XR, XS e XS Max per quanto riguarda Apple. Accanto però all’attenzione necessaria ad una gamma importante quale è sempre stata quella S, Samsung ha introdotto la nuova gamma M (che comprende attualmente i modelli M10 ed M20 e prossimamente M30) e punta a cannibalizzare il mercato dei gamma media con una gamma di Galaxy A rivista nel nome e nel numero di modello.

Si presume infatti che nel corso del 2019, Samsung possa arrivare a rilasciare nove prodotti di gamma A che rispetto all’anno appena finito si distingueranno anche nel nome (dall’unica cifra abbinato all’anno di rilascio, si passerà ad un nome a due cifre per quasi tutti modelli). Viene logico quindi presupporre che questi modelli possano proprio essere A10, A20, A30… fino ad arrivare all’A90.

Finora abbiamo avuto diverse indiscrezioni su A30, A40, A50 e A90, ma è stato anche già rilasciato l’A9 2019 che nulla altro è se non l’A8s rilasciato alla fine dell’anno passato in Cina. Oggi le indiscrezioni che vi riportiamo riguardano A10, A30 e A50 e sembra possa trattarsi di schede tecniche praticamente definitive.

Galaxy A10, A30 e A50

Galaxy A10

Il Galaxy A10 è il modello più economico dell’intera gamma e si potrebbe considerare come una sorta di dispositivo Android Go di Samsung che verrà proposto ad un prezzo particolarmente competitivo nonostante le caratteristiche comunque interessanti. Il prodotto dovrebbe infatti essere dotato di un corpo in plastica con display da 6.2″ e risoluzione HD +.

Il display utilizzato dovrebbe essere di tipologia Infinity-V (qui per scoprire il significato di questa sigla) con il notch a goccia che ospiterebbe una fotocamera frontale da 5MP con apertura focale ƒ/2.0. Lo smartphone sarebbe mosso da un processore octa-core a 1.6GHz Samsung Exynos 7884B con 3GB di RAM e 32GB di memoria interna. Assente un sensore per la scansione delle impronte digitali (ecco il motivo principale per il quale lo abbiamo definito un dispositivo simil-Android Go). La scheda tecnica si conclude con una batteria da 4000mAh con connettore microUSB per ricarica tradizionale a 5W.

Galaxy A30

Con Galaxy A30 alziamo leggermente l’asticella: se consideriamo il Galaxy A10 un prodotto al di fuori della gamma media, l’A30 si pone come la base dei gamma media. Avevamo già avuto in modo di parlare in passato dello smartphone che presenterà un display Infinity-U (che rispetto a quello V si dovrebbe distinguere per linee più armoniose e meno spigolose nel notch) da 6.4″ con risoluzione Full HD + (2340 x 1080 pixel) che ospiterà nel notch a goccia una fotocamera anteriore da 16MP con apertura focale ƒ/1.9.

Sul lato posteriore troveremo due fotocamere: ad una principale con apertura focale ƒ/1.9 da 16MP sarà infatti affiancato un sensore grandangolare da 5MP.

Lo smartphone sarà inoltre mosso da un processore Exynos 7904 octa-core a 1.8GHz in due varianti entrambe espandibili con microSD fino a 512GB: una prima con 3GB di RAM e 32GB di ROM e una seconda con 4GB di RAM e 64GB di storage.

La scheda tecnica si conclude con il sensore per le impronte digitali installato sul retro dello smartphone, la batteria da 4000mAh compatibile con ricarica rapida a 15W con connettore USB Type-C.

Galaxy A50

Il Galaxy A50 (insieme all’A70) pare essere per il momento il dispositivo più interessante rispetto alle anticipazioni già raccolte. Questo interessante medio tra i medi presenterà il medesimo display sia in grandezza, che in tipologia, che in risoluzione rispetto Galaxy A30. A cambiare sarà in particolare modo il pacchetto delle fotocamere presenti.

Ai due sensori presenti su A30 se ne aggiunge un terzo per gli effetti di sfocato da 5MP ƒ/2.2. Non solo: il sensore principale passa da 16MP a 25MP con un’ottima apertura focale ƒ/1.7 mentre quello grandangolare passa da 5MP a 8MP ƒ/2.4. Anche la fotocamera frontale fa un salto in avanti e da 16MP passa anch’essa a 25MP.

Lo smartphone verrà distribuito con processore Exynos 9610: si tratta di un serie 9 octa-core a 2.3GHz che verrà affiancato in una variante da 4GB di RAM e 64GB di storage e in un’altra da 6GB di RAM e 128GB di storage. Lo smartphone inoltre si distinguerà dagli altri due modelli per la presenza di un lettore per impronte integrato direttamente nello schermo (seppur non di tipologia ultrasonica come quello riservato in questa prima fase esclusivamente a S10 e S10+). Uguale ad A30 è invece la dotazione della batteria e le informazioni relative alla ricarica rapida.

Siamo quindi assolutamente certi che Samsung con una gamma così variegata (mancano ancora all’appello almeno A70 e A90 e chissà cos’altro) tenterà nuovamente di stabilire la sua leadership all’interno di questo agguerrito mercato.

Immagine