Xiaomi Mi 9: ecco come sarà lo smartphone presentato al MWC 2019

Che Xiaomi terrà un evento durante il MWC 2019 non è ormai un segreto da diverso tempo. Oggi però siamo in grado ormai di affermare con relativa certezza che durante l’evento l’azienda annuncerà il nuovo Xiaomi Mi 9. Nel corso delle ultime ore, infatti, il mondo delle indiscrezioni è letteralmente impazzito con foto, render e informazioni tecniche sempre più approfondite in merito, ed abbiamo quindi scelto di raccoglierle tutte in un unico comodo articolo.

Xiaomi Mi 9 presenterà un display AMOLED Gorilla Glass 5 da 6.4″ con rapporto d’aspetto 18.5:9 Full HD + (2220 x 1080 pixel) con notch a goccia che ospiterà una fotocamera frontale che si vocifera possa essere dotata di sensore Sony IMX576 da 24MP. Dalle foto del retro dello smartphone è evidente che Xiaomi Mi 9 non presenterà alcun sensore per la scansione delle impronte digitali, questo perché sarà il primo smartphone della compagnia ad essere dotato di sblocco con impronta integrato direttamente nello schermo.

Passiamo dunque all’analisi delle fotocamere posteriore. Fin dal leak avvenuto qualche settimana fa, eravamo ormai certo che il modello fosse dotato di tre fotocamere posteriore allineate in una configurazione verticale. L’azienda nel corso delle ultime ore, ha sottolineato questa cosa su Twitter proprio con l’immagine che fa da teaser all’evento, mostrando tre sensori che contengono la parola “see” – in italiano guarda – e la didascalica che “see what’s coooming” in cui le “o” stanno proprio ad indicare i tre fori posti sul retro dello smartphone.

La modalità in cui l’azienda ha mostrato la scritta “See” all’interno delle lenti, inoltre, suggerisce che ad una fotocamera principale, ne sarà affiancata una grandangolare ed una utile agli effetti di sfocato (quindi di ritratto).

Unendo queste informazioni alle ultime indiscrezioni, siamo quindi ormai in grado di anticipare che che la fotocamera principale sarà un’unità da 48MP Sony IMX586 accoppiata ad un sensore grandangolare da 12MP e una terza unità ToF (Time of Flight), di cui abbiamo parlato in un articolo dedicato.

Xiaomi Mi 9

Piccola novità anche sui lati dello smartphone: oltre ai convenzionali pulsanti volume e accensione/spegnimento è presente anche un ulteriore pulsante che potrebbe probabilmente richiamare l’assistente virtuale.

Xiaomi Mi 9

Inutile poi soffermarsi sulla potenza dello smartphone: appare ormai certo la configurazione con il più potente processore di Qualcomm attualmente in produzione – lo Snapdragon 855 – con 6GB di RAM e 128GB di memoria interna (anche se questi ultimi due valori potrebbero variare in base alla variante presa in esame: si vocifera ne esista un’altra con 8GB di RAM e 256GB di Storage interno). Lo smartphone sarà dotato di una batteria da 3500mAh con supporto alla ricarica rapida a 27W.

Fonte | Fonte