Galaxy S10 Powershare: il nome non è certo ma la funzionalità sì

Circa due mesi fa vi avevano anticipato che la prossima gamma di Galaxy S10 sarebbe stata probabilmente dotata di una funzionalità chiamata PowerShare: un sistema di ricarica inversa compatibile con lo standard Qi che permetteva agli smartphone di fornire energia wireless ad altri dispositivi compatibili con la ricarica senza fili.

Seppur il nome commerciale Powershare non venga menzionato, – noi continuiamo a pensare si chiamerà proprio così – grazie alla FCC (commissione federale statunitense delle comunicazioni) siamo ormai certi che che i Galaxy S10 presenteranno questa funzionalità.

In questo modo sarà possibile poggiare sul retro di un S10 qualsiasi dispositivo compatibile con lo standard Qi (inclusi smartwatch, smartphone Android e iPhone 8 o successivi) per permettere che questi ultimi vengano ricaricati utilizzando la carica residua dell’S10 utilizzato.

Questa funzionalità è già presente sui Huawei Mate 20 ma al contrario di quest’ultimo che ha una potenza d’uscita da 2.5W, sembra che S10 garantirà una ricarica inversa pari a 9W (che è un numero incredibile: solo per riferimento, iPhone è capace di ricevere una ricarica veloce pari a 7.5W con i pad wireless più veloci).

Galaxy Buds

Questo tipo di ricarica sarebbe utile anche alla ricarica di accessori compatibili con il protocollo Qi. Proprio rimanendo in tema, sembra che Samsung al prossimo Unpacked possa presentare anche dei nuovi auricolari Galaxy Buds che naturalmente utilizzerebbero per pubblicizzare, come dal banner leakato, proprio la funzionalità Powershare.

Ulteriori informazioni sui prossimi Galaxy S10 sono disponibili nella nostra raccolta. Vi lasciamo qui, invece, ad una nuova galleria di immagini basati su modelli dummy.

Fonte | Fonte