Gamma Galaxy S10: ecco presunte varianti, colori e prezzi dei tre modelli

Continuano ad impazzare sul web le indiscrezioni della nuova gamma Galaxy S10 in maniera ormai inarrestabile. Abbiamo quindi scelto di raccogliere tutti i rumor delle ultime ore attorno ai tre modelli in un unico articolo.

Galaxy S10e

Galaxy S10e

Il modello più economico dei tre, il Galaxy S10e, di cui sono trapelati i primi render nel corso della giornata di ieri, si presenta come un dispositivo che pare quasi identico a Galaxy S10; in realtà i due presentano qualche differenza.

La prima riguarda il display: Samsung ha scelto per questo modello di utilizzare un display flat (quindi non curvo su entrambi i lati come S10 e S10+ e tutti gli ultimi smartphone della gamma S prodotti da Samsung).

Sempre rimanendo sullo schermo, le cornici attorno ad esso sembrano essere anche più spesse rispetto a quelle di S10 e S10+ (un po’ come lo sono, guardando la concorrenza, quelle di iPhone Xʀ rispetto a X, Xs e Xs Max).

Anche la dimensione complessiva del display è inferiore rispetto agli altri due modelli. Come già anticipato in passato il Galaxy S10e sarà dotato di un display da 5.8″, mentre S10 avrà un display da 6.1″ e S10+ uno da 6.4″. Il display sarà comunque un Infinity-O di nuova generazione: un pannello, quindi, in cui la fotocamera anteriore è direttamente integrata in un foro ricavato nella parte in alto a destra.

Le differenza però si nascondono anche “sotto al display”. Appare infatti ormai certo che S10 e S10+ saranno dotati di lettore di impronte digitali ultrasonico integrato direttamente nello schermo. Galaxy S10e, al contrario, non avrà questo sensore e Samsung ha scelto di collocare il lettore direttamente sul tasto d’accensione del terminale posto sul lato destro in una maniera di solito convenzionale esclusivamente a Sony.

Galaxy S10e

Sul retro Galaxy S10e presenta solo due fotocamere rispetto alle tre che sarà possibile trovare su S10 e S10+. Dalle informazioni raccolte il Galaxy S10e sarà dotato di jack audio da 3,5mm, batteria da 3000mAh e verrà distribuito in un’unica variante dotata di 6GB di RAM con 128GB di spazio interno e al lancio sarà disponibile in colorazione nera, verde, bianca e gialla con una colorazione blu che arriverà dopo qualche mese. Il prezzo previsto per l’Olanda potrebbe essere di 749€.

Galaxy S10

Galaxy S10

Considerando il Galaxy S10e come l’aggiunta – più economica – dei due modelli storici, parliamo quindi della versione standard del prodotto di punta.

Il Galaxy S10 sarà dotato di uno schermo curvo su entrambi i lati anch’esso con tecnologia Infinity-O con fotocamera integrata in un foro ricavato direttamente in alto a destra nel display da 6.1″. Al contrario di S10e, tuttavia, il Galaxy S10 presenta cornici particolarmente ridotte in particolare modo se confrontate a quelle di S9 e S9+ ed il nuovo sensore per la scansione delle impronte digitali ultrasonico integrato nel display.

Galaxy S10

Sul lato destro del terminale troveremo esclusivamente il pulsante d’accensione mentre su quello sinistro i pulsanti volume e il pulsante Bixby. Presente in basso l’altoparlante di sistema, il jack audio da 3,5mm e il connettore USB Type-C.

Sul lato posteriore, invece, troneggiano tre fotocamere: secondo le indiscrezioni raccolte il sensore principale è un’unità da 12MP con apertura focale variabile, un’unità da 13MP telefoto e un’ultima unità da 16MP grandangolare. Le fotocamere, disposte orizzontalmente, presentano accanto a loro un ulteriore slot che ospita il sensore per il battito cardiaco e il flash LED.

Galaxy S10

Passando alle prestazioni, in America, Cina e altri mercati il dispositivo sarà dotato del processore Snapdragon 855 di Qualcomm mentre per il mercato europeo e di altri Paesi Samsung ha scelto di utilizzare il processore Exynos 9820.

Galaxy S10 sarà dotato di batteria da 3300mAh e verrà distribuito in due varianti: una prima con 6GB di RAM e 128GB di memoria interna in colorazioni nera (Midnight Black), verde (Emerald Green), bianca Prism White) e blu – seppur quest’ultima non al momento del lancio – ad un vociferato prezzo (sempre per il mercato olandese) di 899€. La seconda variante, invece, è dotata di 8GB di RAM e 512GB di memoria interna e verrà distribuita nelle medesime colorazioni ad un prezzo olandese di 1149€.

Galaxy S10+

Galaxy S10+

Terminiamo la carrellata di indiscrezioni e immagini con Galaxy S10+. Onde evitare di ripeterci, questo smartphone è esattamente il medesimo di Galaxy S10 che è quindi il fratello minore solo per dimensioni e qualche dettaglio che andremo a sciorinare ora.

Il display è una più grande unità da 6.4″ rispetto ai 6.1″ di S10 e ai 5.8″ di S10e e presenta una doppia fotocamera anteriore. Questo rende il foro, per certi versi più elegante di S10e e S10, più squadrato ed ovale andando quindi a rubare anche un po’ di spazio in più. Samsung avrebbe scelto di dotare però S10+ di una fotocamera anteriore abbinata ad un sensore ToF (Time of Flight), sensore che potrebbe fare la differenza per effetti di AR e precisione dello sblocco con viso.

A variare oltre alla grandezza del display, è quella della batteria che dai 3300mAh di S10 diventano ben 4000mAh. Oltre a ciò gli smartphone presentano le medesime caratteristiche e colorazioni. Uguali le due configurazioni principali: quella base di S10+ sarà dotata di 6GB di RAM e 128GB di memoria interna ad un prezzo anticipato di 899€ (100€ in più rispetto alla medesima di S10) e quella intermedia da 8GB + 512GB a 1249€ (anche in questo caso 100€ in più). Si aggiunge tuttavia una terza variante con retro in ceramica bianca oppure nera in cui la RAM arriva a 12GB e la memoria interna a 1TB: questa variante, secondo l’unico rumor sui prezzi che come ribadito anticipa quelli olandesi, sarebbe prezzata 1499€.

Gamma Galaxy S10

Gli smartphone verranno ufficialmente presentati al prossimo Samsung Unpacked che si terrà il prossimo 20 febbraio e alcune indiscrezioni parlano di un avvio di commercializzazione a parte dall’8 marzo in diversi Paesi (probabilmente anche nel nostro). Dati i presunti prezzi emersi, vi suggeriamo caldamente di aspettare che il nostro Mobzilla ci metta tutta la sua forza per farli a pezzi.

Fonte | Fonte | Fonte