Notch più piccoli negli iPhone del 2019 grazie a novità tecniche?

Nonostante manchino ancora circa nove mesi alla presentazione della prossima generazione di iPhone, negli ultimi giorni fioccano indiscrezioni sui prossimi modelli.

A far parlare nelle ultime ore è l’annuncio da parte di AMS – un fornitore di parti dell’azienda californiana – di un nuova tecnologia che potrebbe essere integrata già negli iPhone del 2019 che permetterebbe di ridurre drasticamente la grandezza del notch fino quasi a eliminarlo.

Se già in un precedente articolo si era immaginato il notch frontale dello smartphone ridotto spostando al di fuori di quell’area la capsula auricolare, AMS – che produce per Apple alcuni dei sensori che muovono la TrueDepth Camera frontale – oggi si è spinta oltre annunciando nuovi sensori RGB e di prossimità a raggi infrarossi disegnati per essere installati al di sotto del pannello OLED andando quindi a “liberare spazio” nel notch degli attuali iPhone X, Xʀ, Xs e Xs Max.

L’azienda nel comunicato stampa ha infatti dichiarato che i produttori di smartphone stanno ormai tentando di superare tutti i limiti nel rapporto tra schermo e corpo dello smartphone. Grazie ai nuovi sensori che utilizzeranno elaborati algoritmi per calcolare in tempo reale la distorsione causata dal pannello OLED, sarà possibile idealmente andare addirittura ad eliminare completamente cornici o notch.

Non è ancora chiaro se Apple voglia utilizzare o meno queste tecnologie nei prossimi iPhone (già a partire dal 2019) e nel caso quali scelte farà in ambito design. Fotocamera nel display come Samsung e Huawei? Notch a goccia solo per la fotocamera frontale come tanti altri produttori? Oppure mantenere l’identità di iPhone andando semplicemente a stringere il notch e limare ancor di più le cornici complessive sui quattro lati del display?

Fonte