Prossimi iPhone con modem 5G? Non prima del 2020

Negli ultimi mesi al centro dei dibattiti sulla rete, anche in Italia si inizia a parlare in modo assiduo di rete 5G. Vodafone e TIM, in primis, infatti, si stanno in queste ultime settimane del 2018 concentrando sulla rete 4.5G in attesa di aderire allo standard 5G che garantirà velocità di download e upload teorici da capogiro. Apple, tuttavia, sembrerebbe proprio non volere integrare già nella prossima generazione di iPhone nel 2019 un modem 5G.

I motivi di questa scelta potrebbero proprio risiedere nella storia degli iPhone distribuiti finora. Apple ha lanciato il suo primo iPhone con tecnologia EDGE quando già il 3G era disponibile da diverso tempo in vari Paesi; medesima cosa ha fatto con il 4G lanciando l’iPhone 5 con un modem capace di connettersi alle allora reti di nuova generazione in ritardo di un anno rispetto alla concorrenza.

Questa scelta da parte di Apple in passato ha riguardato in particolare modo le componenti interne usate per la connettività alla rete dati cellulare. Nello specifico, l’azienda ha sempre valutato come rischioso dotare uno smartphone importante come iPhone di tecnologie ancora troppo neonate per garantire la giusta affidabilità all’utente finale.

In merito al 5G, quindi, oltre a quanto appena detto, ci sarebbe anche un’ulteriore tesi a sostegno di questa ipotesi. Apple, infatti, è ai ferri corti con Qualcomm da diverso tempo ed ha stretto un accordo con Intel per la componentistica legata ai modem che però non sarebbe pronta a produrre sufficienti chip 5G in tempo per il prossimo modello di iPhone.

Se questo rumor si confermasse come vero, siamo davvero curiosi di vedere come i clienti reagiranno a questa scelta. Per il momento è inutile fare ulteriori ipotesi, considerando anche il fatto che in Italia il 5G è ancora esclusivamente teorico e non è ancora nota una timeline precisa sull’adozione da parte degli operatori italiani.

Fonte